45 45s at 45: CHERUB ROCK – SMASHING PUMPKINS, 1993 (29/45)

Quando una band da tenere d’occhio sale in orbita e diventa una delle migliori del mondo, è veramente esaltante. E’ una magia che ormai non accade quasi più, ma che negli anni ’90 si è ripetuta con una frequenza straordinaria. Siamese dream degli Smashing Pumpkins fu uno di quegli album così indiscutibilmente grandi da passare nel giro di pochi giorni dalle pagine di Rumore alle playlist di Planet Rock e all’heavy rotation di Videomusic ed MTV. Non necessariamente in quest’ordine, ma sempre con la certezza che stavamo incontrando una musica destinata a lasciare in noi tracce indelebili.

Chitarre incandescenti al punto di fusione tra i riff grunge dei Nirvana e gli strati di rumore dei My Bloody Valentine; melodie power pop come ai tempi di My Sharona e Peter Frampton; la voce di un adolescente che si sforza di non diventare adulto; decadenza dark, post-modernità metropolitana e psichedelia immersa nella natura; l’alchimia geniale del produttore più importante del decennio, Butch Vig. Sono gli ingredienti che ancora oggi, a distanza di 20 anni, stanno incredibilmente insieme dentro Cherub rock, sprigionando una potenza inaudita.

Billy Corgan riuscì a salire ancora più in alto con Mellon Collie and the infinite sadness. Un monumento oltre il quale non solo non era più possibile pensare di crescere, ma nemmeno sperare di restare in quota. La discesa dal vertice è stata una delle più rovinose della storia del rock. Ed anche se con il nuovo album sembra che gli Smashing Pumpkins siano tornati vicini allo stile dei loro anni migliori, personalmente l’idea di ascoltare il Billy Corgan di oggi non mi attira nel modo più assoluto.

Non è colpa sua, e nemmeno nostra, se quel tempo strano, in cui la follia megalomane di un talento sfrenato incontra la disponibilità totale di una generazione pronta a tutto, accade una volta sola, dura un poco e non torna più…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...