45 45s at 45: GENTLEMEN – AFGHAN WHIGS, 1993 (30/45)

Your attention, please.

Now turn off the light.

Your infection, please.

I haven’t got all night.

UNDERSTAND,

DO YOU UNDERSTAND?

UNDERSTAND,

I’M A GENTLEMAN.

Penso veramente che quegli anni tra il ’91 e il ’94 (ma anche oltre) siano stati tra i più ricchi di grande musica, in particolare se si valuta il lato generazionale, quello per cui alcuni artisti si sintonizzano perfettamente con la vita di buona parte dei giovani di quell’epoca. E non vale solo per chi ha venduto milioni di copie, ma anche (forse di più) per quelli che hanno intercettato solo qualche nicchia di pubblico, creando però legami destinati a durare per sempre.

Non hanno mai sfondato gli Afghan Whigs, anche se erano tra quelli che sembravano sempre sul punto di fare il grande colpo; e allora vuol dire che capirli ed amarli non è scontato. Per capire ed amare gli Afghan Whigs deve scattare qualcosa che non scatta per tutti. Devono toccarti l’anima: poi con l’anima si porteranno via la tua attenzione, i tuoi sensi, tutto il tuo corpo.

Erano grunge, ma erano gli unici ad essere anche black e soul. Erano indie-rock, ma erano anche classici e metropolitani, sulla linea che dallo Springsteen di Darkness passa per i Dream Syndicate di Medicine show. Erano dei perdenti, ma bellissimi, fighissimi, con le sfighe più brutte e le donne più belle.

Gentlemen è stata la mia canzone definitiva degli amori indecisi, dei sentimenti malintesi, dei desideri malintenzionati, dei desideri irrealizzati… Nel grido sublime di Greg Dulli le parole perfette che non arrivano mai al momento giusto, o che non arrivano mai.

I waited for the joke,

It never did arrive.

And words I thought I’d choke,

I hardly recognize.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...